Go to Top

Vendite del commercio al dettaglio(ISTAT) – il dato di Aprile 2016

NOTA:  Le vendite non sono  depurate dagli effetti stagionali  (giorni di apertura, Pasqua, etc.). In particolare i mesi di marzo e aprile 2016 sono influenzati, in senso positivo il primo e negativo il secondo, dalla Pasqua (in aprile nel 2015/in marzo nel 2016).

MemoV_anno

Vendite1

LA CONTROTENDENZA DEL FATTURATO INDUSTRIALE

Vendite3

NOTA.  Le vendite della GDO (super+iper+discount)  non sono  depurate dagli effetti stagionali  (giorni di apertura, Pasqua, etc.).  In particolare la Pasqua, che cade in aprile nel 2015 e in marzo nel 2016, può avere influenzato positivamente quest'ultimo dato e negativamente il dato corrente riferito appunto ad aprile 2016. I dati relativi al fatturato dell'industria sono invece corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati.

Vendite del commercio al dettaglio(ISTAT) – il dato di Marzo 2016

 dataspot3_graf1  dataspot3_graf2
NOTA:  Le vendite non sono  depurate dagli effetti stagionali  (giorni di apertura, Pasqua, etc.). In particolare il mese di marzo 2016 è influenzato dalla Pasqua(in aprile nel 2015/in marzo nel 2016).

dataspot3_graf3

 

LA CONTROTENDENZA DEL FATTURATO INDUSTRIALE

dataspot3_graf4

NOTA: A differenza delle Vendite del Commercio, i dati Istat sul fatturato Industriale sono corretti e destagionalizzati

 

Adeguamento Cookie

Modus usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta questo articolo. Scorrendo il sito senza eseguire alcuna operazione acconsenti automaticamente all'uso dei cookie.

Disattivando i cookie il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.

Questa informativa sui cookie è stata aggiornata il 30 maggio 2015.
Eventuali aggiornamenti saranno sempre pubblicati su questo link.


 

Cos’è un cookie
Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro per esempio il nome utente.

Perché Modus usa i cookie
Modus usa i cookie per ricordare il nome utente nelle pagine di registrazione e per analizzare i modelli di traffico degli utenti che visitano il nostro sito, in modo da migliorare l’usabilità. Inoltre Modus usa servizi di terze parti che a loro volta usano cookie. Ecco l’elenco di questi servizi e il link alle singole informative sulla privacy:

Google analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc
Google maps è un servizio che consente la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche fornito da Google Inc
YouTube e Vimeo sono due piattaforme web che consentono la condivisione e visualizzazione in rete di video
Instagram è un’app per la condivisione delle foto
Twitter è un social network
Facebook è un social network
WordPress strumento cms con cui è stato costruito il presente sito web

Dove trovare informazioni su come disattivare o gestire i cookie nei diversi browser:
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari
Microsoft Windows Explorer

Vegetariani e Vegani in crescita. L’offerta di Whole Foods Market

WFM4

Da Enciclopedia Treccani
Vegetariano: (termine che deriva dall’inglese. Vegetarian) : Individuo che, per motivazioni etico-religiose o puramente salutistiche, segue un'alimentazione limitata a cibi vegetali, o - nelle forme meno radicali - estesa anche ad alcuni prodotti di origine animale, come uova, latte e derivati. Presso alcune culture tradizionali, tale pratica dietetica era associata al precetto di non uccidere e alla dottrina della metempsico

Da Wikipedia
Vegano: Il termine è un'italianizzazione della lingua inglese veganism, derivante da vegan, neologismo ideato nel 1944 da Donald Watson.

 Ci sono vari stili alimentari “alternativi”:  Vegetariano  -  Vegano  -  Fruttariano  -  Macrobiotico

 Ci sono vari modi di classificare i prodotti: Naturale, organico, biologico, km 0, a filiera corta,“dal produttore al consumatore”, biodinamico….

Da Eurispes
IL POPOLO DEI VEGETARIANI E DEI VEGANI TRA SENSIBILITÀ ANIMALISTA E CURA DELLA SALUTE

Il 6,5% degli intervistati è vegetariano, lo 0,6% vegano, per un totale del 7,1%. Nella precedente  rilevazione i vegetariani si fermavano al 4,9%, per una quota complessiva che, con l’1,1% dei vegani, si attestava  al 6%.
Il 31% dei vegetariani e vegani ha scelto questo tipo di alimentazione per rispetto nei confronti degli animali.
Il 24% perché fa bene alla salute.
Il  9%  afferma di farlo per tutelare l’ambiente.

La scelta veg in crescita non è solo una tendenza nostrana. Si stima che nel mondo vegani e vegetariani siano circa un miliardo. In Europa è la Germania il Paese più veg (7 milioni di persone). In Gran Bretagna lo è circa il 5% e, secondo i dati della British Vegetarian Society, sono almeno 2mila le persone che ogni settimana scelgono di diventare vegetariani.

Whole Foods Market, importante catena di supermercati che opera negli Stati Uniti, Canada ed ha un punto vendita anche a Londra propone “ fresh, natural, organic, local, seasonal, unrefined and unprocessed foods”

WFM1 WFM2

WFM5 WFM6WFM3